grisendi1-1 profile of a predangler

During these first 36 years of my earthly existence, I’ve managed to have only one certainty: if you’re looking for something on Google but can’t find it, then it means that this thing doesn’t exist. So I tried to find the word “predangler” without obtaining any result. Predangler… what does it mean? Well, when I read the first review of AVP – Requiem in 2007, I was reminded the neologism used for the new species: predalien, a hybrid with superior features. I felt the same wonder when I saw the pictures on Yuri Grisendi’s Facebook profile. In that moment I understand that Yuri wasn’t just a simple angler and said to myself: “Boy! This man is a predangler!” Strange word, I agree, but what’s the best one for a such predator of huge carnivorous? If you try now to search the word predangler on the Google bar, you’ll probably find the link to this article. I guess I’ve invented a new term and if so, then Mr Grisendi is the first predangler of human history.

In questi primi 36 anni della mia esistenza terrena sono arrivato a maturare una sola certezza: se ti metti a cercare qualcosa su Google ma non riesci a trovarla, allora significa che quella cosa non esiste. Ci ho provato con il termine “predangler” senza ottenere alcun risultato. Predangler… ma cosa significa? Quando nel 2007 lessi la prima recensione di AVP – Requiem, rimasi sorpreso dal neologismo usato per la nuova specie protagonista del film: predalien, ovvero un ibrido dalle caratteristiche superiori. Ho provato lo stesso stupore nel vedere le immagini sul profilo Facebook di Yuri Grisendi. In quel momento compresi come Yuri non fosse solo un semplice pescatore e pensai tra me: “Cribbio! Questo è un predangler!”. Strana parola, lo so, ma quale miglior termine per un predatore di grandi carnivori? Se oggi voi provate a digitare il termine predangler sulla barra di Google, probabilmente vi verrà visualizzato il link a questo articolo. Nel mio piccolo, credo di aver inventato un nuovo termine e se così fosse davvero, allora il signor Grisendi è il primo predangler nella storia dell’umanità.

 grisendi1-2  profile of a predangler

I met him during the Carpitaly 2010 at the Daiwa stand, but there wasn’t any presentation, any handshake; I just took some photos. Last week I contacted him via an email which was followed by a telephone call. My interest is to make some reports on river Po, the longest Italic one. Of course, the target is the giant catfish called Silurus glanis.

Ho incontrato Yuri per la prima volta in occasione del Carpitaly 2010 presso lo stand Daiwa, ma non ci fu alcuna presentazione, non una stretta di mano. Mi limitai solo a scattare qualche foto. La scorsa settimana lo contattai inviandogli una email, alla quale ha fatto seguito una telefonata. Il mio obiettivo è quello di realizzare alcuni reports sul fiume Po, il più lungo della penisola italica. Il nostro target sarà naturalmente il grande gatto chiamato Silurus glanis.

grisendi1-3  profile of a predangler

Silurus, siluro, wels catfish, sheatfish, european giant catfish, all words having only one meaning: a huge carnivorous. The predangler in the water together with his prey is the most classic way to picture the final act of a combat. Be careful: you can take a such photo just during summertime…

Silurus, siluro, wels catfish, sheathfish, pesce gatto gigante europeo, tutti termini aventi un solo significato: un carnivoro enorme. Il predangler in acqua con la sua cattura è il modo più classico di riprendere l’atto finale di un combattimento. Fate però attenzione: questa è una posa consigliabile solo nella bella stagione…

 grisendi1-4  profile of a predangler

This picture was taken on a summer swelling, you can see it by the tree behind them. In the few past weeks it rained a lot, too much in the North-west of the peninsula. There were terrible floods in Tuscany and in the city of Genova, natural disasters that have caused many casualties: people were drowned in the streets and inside their homes, many of whom were women and children. If Italiot politicians and weathermen worked in the USA, Americans would be a people in danger of extintion. Today river Po is still swollen and it’s not possible to fish in it for a long time. If you’re wondering when it will be possible to get that report about catching great siluro, the only answer I can give you is: I don’t know it, you must have patience.

Questa immagine è stata scattata durante una piena estiva, come potete notare dagli alberi alle loro spalle. Nelle scorse settimane ha piovuto molto, troppo nel nord ovest della penisola. Ci sono state terribili inondazioni in Toscana e nella città di Genova, disastri naturali che hanno causato molte vittime: la gente annegava per le strade e dentro le proprie case, e molti erano donne e bambini. Se i politici e i meteorologi italioti lavorassero negli USA, gli americani sarebbero un popolo in pericolo di estinzione. Oggi il fiume Po è ancora in piena e non sarà assolutamente possibile pescarci per parecchio tempo. Se vi state chiedendo quando potrò realizzare dei report sulla pesca del grande siluro, l’unica risposta che posso darvi ora è: dovete avere pazienza.

 grisendi1-5  profile of a predangler

In late nineties I worked as an assistant cook into a hotel near Venice, and one morning early as I had just arrived in the kitchen I read on the menu: “Nile perch fillet”. They were frozen, of course, stocked into big, white boxes. I remember how they were perfectly filleted and cleaned, pale pink coloured. However, their origin wasn’t the river Nile, they came from somewhere else. I can’t write about this story here, this isn’t an article about Lates niloticus, but I’d suggest you two things: “Darwin’s nightmare” and “Darwin’s dreampond: drama on Lake Victoria”. The first one is a great documentary directed by Hubert Sauper who was premiered at 2004 Venice Film Festival, the second one is a book written by Dutch biologist Tijs Goldschmidt. You can find them on sale at Amazon’s site, and believe me they are worth every cent of their prices. Looking at this picture from Grisendi’s FB profile, taken on the shores of the Lake Nasser, I reminded all these things.

Nei tardi anni novanta lavoravo come aiuto cuoco in un hotel vicino Venezia. Una mattina presto appena arrivato in cucina lessi sul menù: “filetti di persico del Nilo”. Naturalmente era un prodotto congelato, riposto all’interno di grandi scatole bianche. Ricordo come quella carne fosse perfettamente sfilettata e pulita, di color rosa pallido, quasi incolore. Ad ogni modo non provenivano dal Nilo, bensì da un altro luogo molto più a sud. Non ne posso parlare qui anche perché questo non è un articolo dedicato a Lates niloticus, tuttavia vi do un paio di dritte: “L’incubo di Darwin” e “Lo strano caso del lago Vittoria. Storia naturale di un microcosmo in bilico”. Il primo è un gran documentario diretto da Hubert Sauper, premiato nel 2004 al Venice Film Festival, mentre il secondo è un libro scritto dal biologo danese Tijs Goldschmidt. Potete trovarli entrambi sul sito di Amazon e credetemi se vi dico che entrambi valgono ogni centesimo del loro prezzo. Nel guardare questa foto scattata lungo le sponde del lago Nasser, mi sono ricordato di tutte queste cose.

grisendi1-6  profile of a predangler

Giant wels catfish of river Po, northern Italic peninsula. Lots of people practise the sport of fishing of this great animal and after taking some photos of the beast, it’s always released. Is it all right? No. This fish is considered to be infesting and harmful for the environment, so local laws prohibit its release once captured. Of course anglers don’t kill their fish ever, breaking the law every time. There are other problems too…

Il grande siluro del fiume Po, penisola italica settentrionale. Molti sportivi praticano la pesca a questo animale che quasi sempre viene rilasciato dopo le foto. È tutto ok allora? No. Esso è considerato una specie dannosa per l’ambiente, tanto che le leggi locali proibiscono il rilascio una volta catturato. Naturalmente i pescatori di una certa pasta non sopprimono mai i loro pesci, infrangendo così la legge. Ma ci sono anche altre questioni…

 grisendi1-7

Still doubtful about the concept of predangler? Note that sheathfish has not scales as well as other catfish species and every single animal is unique due to their particular coat: there isn’t a siluro looking alike another, the same way zebras go. Legalized poaching is another problem for this animal and the anglers who are fond of it. This fact is very interesting, complicated and very sad, but I’ll write about it next time.

Ancora dubbi sul concetto di predangler? Il siluro non ha scaglie come pure le altre specie di pescigatto. Ogni singolo animale è unico per la livrea disegnata sulla sua pelle: non c’è un siluro uguale ad un altro, così come non esiste una zebra identica ad un’altra zebra. La pesca di frodo legalizzata (contraddizione in termini solo apparente) è un altro problema per questi animali e per gli appassionati che li pescano assiduamente. Questa è una questione molto interessante, complicata e molto triste, ma ve la descriverò la prossima volta.

 grisendi1-8  profile of a predangler

I leave you with this giant white, an albino and not the ghost of a fish killed by Hungarian poachers. It’s 242 centimetres long, was captured in a French river and has got a name: Rackam.

Vi lascio con l’immagine di questo gigante bianco, una forma albina e non il fantasma di un pesce ucciso dai bracconieri ungheresi. È lungo 242 centimetri, è stato catturato in un fiume francese e ha pure un nome: Rackam.


Category: Predator

About the Author


4 risposte a Yuri Grisendi: profile of a predangler

  1. What’s Going down i am new to this, I stumbled upon this I’ve discovered It absolutely helpful and it has aided me out loads.
    I’m hoping to give a contribution & assist other users like its helped me. Great job.

  2. [...] bréam has begun in recent years to colonize this canal. Unfortunately some idiot has also entered wels catfish and walleyes, so be prepared for some surprises. There are fewer tench and the beautiful triotto is [...]

  3. I constantly spent my half an hour to read this web site’s posts
    daily along with a mug of coffee.

  4. Gena scrive:

    In fact when someone doesn’t be aware of then its up to other visitors that they will help, so here it takes
    place.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Something more

GooglefacebookFlickrYou TubeLightroomPhotozoneDP Review

    Translate to:


novembre: 2011
L M M G V S D
« ott   dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

 .
.
.
.